Save me.

''Non lo so nemmeno io ma penso che se c'è qualcosa che mi trattiene ora penso ci sarà per sempre''

Nesli — La Fine (via nonvoglioperdertineoranemai)

(via coloralemiepaure)

Chiedo scusa a chi ho tradito, e affanculo ogni nemico
Che io vinca o che io perda, è sempre la stesssa merda
E non importa quanta gente ho visto, quanta ne ho conosciuta
Questa vita ha conquistato me e io l’ho conquistata
“Questa vita” ha detto mia madre “figlio mio va vissuta,
Questa vita non guarda in faccia e in faccia al massimo sputa”
Io mi pulisco e basta, con la manica della mia giacca
E quando qualcuno ti schiaccia, devi essere il primo che attacca.
Non ce l’ho mai fatta, ho sempre incassato,
E sempre incazzato, fino a perdere il fiato
Arriverà la fine, ma non sarà la fine
E come ogni volta ad aspettare e fare mille file
Con il tuo numero in mano, e su di te un primo piano
Come un bel film che purtroppo non guarderà nessuno.
Io non lo so chi sono, e mi spaventa scoprirlo,
Guardo il mio volto allo specchio, ma non saprei disegnarlo
Come ti parlo, parlo da sempre della mia stessa vita,
Non posso rifarlo e raccontarlo è una gran fatica.

Vorrei che fosse oggi, in un attimo già domani
Per reiniziare, per stravolgere tutti i miei piani,
Perchè sarà migliore e io sarò migliore
Come un bel film che lascia tutti senza parole.

Non mi sembra vero, e non lo è mai sembrato
Facile, dolce perchè amaro come il passato
Tutto questo mi ha cambiato
E mi son fatto rubare, forse gli anni migliori
Dalle mie paranoie e da mille altri errori.
Sono strano lo ammetto, e conto più di un difetto
Ma qualcuno lassù, mi ha guardato e mi ha detto:
“Io ti salvo stavolta, come l’ultima volta”.
Quante ne vorrei fare ma poi rimango fermo,
Guardo la vita in foto e già è arrivato un altro inverno,
Non cambio mai su questo mai, distruggo tutto sempre,
Se vi ho deluso chieder scusa non servirà a niente.

Vorrei che fosse oggi, in un attimo già domani
Per reiniziare, per stravolgere tutti i miei piani,
Perchè sarà migliore e io sarò migliore
Come un bel film che lascia tutti senza parole.

Happy 22nd Birthday Selena Gomez.

(Fonte: selenamaris, via selenadaily)

http://eres-mi-angel-secreto.tumblr.com/ (via eres-mi-angel-secreto)

Quel peso sullo stomaco che ti uccide lentamente.

-R

(via i-have-lose-myself)

vuoto

(via inciampoinpaure)

Quella forte stretta allo stomaco quel membro in cui ti senti il cuore in gola ma non scende neanche una lacrima

(via mynightmareismyreality)

"E fa male."

(via builtofall-may)

(via mailmiocuoredipietratremaancora)

Quella voglia di piangere che ti blocca il respiro, ti fa bruciare gli occhi e la gola ma non riesci a far uscire nulla. Non un singhiozzo, non una lacrima. Niente. Il vuoto. E fa male.

Ammettetelo: almeno una volta avete cantato sotto la doccia. Avete guardato una stella cadente ed espresso un desiderio. Avete camminato, per strada, davanti alla vostra cotta, supplicandola in silenzio di guardarvi. Avete pianto vedendo un film. Avete guardato voi stessi nello specchio, desiderando di essere diversi. Avete sorriso dicendo che stavate bene, quando non esisteva bugia più grande. Avete passato il tempo prima di dormire immaginando la vostra vita futura. Avete desiderato che qualcuno prendesse le vostre mani tra le sue per scaldarle. Avete avuto paura del domani. Avete detto di odiare le cose romantiche, per poi sciogliervi al primo gesto di quel tipo. Avete pianto e avete odiato quelle lacrime, perché erano causate da qualcosa che avrebbe dovuto rendervi felice. Avete deciso di mostrarvi forti, pur essendo deboli. Avete cercato il motivo di una brutta situazione senza trovarlo. Avete riso per un nonnulla, perché eravate di buonumore. Avete ballato come stupidi, ridendo di voi stessi. Avete deciso di cambiare e poi siete rimasti uguali. Ammettetelo, avete fatto tutte queste cose. Perché siete tutti esseri umani, e gli esseri umani cantano sotto la doccia, esprimono desideri silenziosi, sono segretamente sensibili. Siete tutti uniti, tutti simili in qualcosa. Ammettetelo, invece di pensare di essere tutti differenti. Ammettete che vorreste tanto qualcuno che vi capisse e non vi siete resi conto che ognuno di noi può capire il motivo per cui una persona sorride, anche se dentro piange. Ammettetelo, che non ci avevate mai pensato. Ammettetelo, che siamo più simili di quanto non pensavate, e che se faceste voi il primo passo verso qualcuno, anche quel qualcuno potrebbe aiutare voi.

la-psiche-di-isabelle:

wronghysteria on Ask.fm

(via biancacomeillatte-10)

Tumblr. (via soffroeppuremivienedaridere)

Oddio piango.

(via comecartafragilietaglienti)

Si vabe, è bellissima..

(via marylongobardi)

Senza parole,davvero..è perfetta

(via fedez-killa-mythought-mylaughs)

Senza parole..

(via toughtswords)

(via mailmiocuoredipietratremaancora)

Esistono ancora le brave ragazze.
Quelle un po’ timide che amano in silenzio, che non ti scrivono “ti amo” ogni ora in bacheca per far sapere a tutti che state insieme, che sono gelose perché sei suo e solo suo. Quelle che non sanno essere dolci per sms, che davanti a una frase smielata sentono i denti cariarsi, ma che mettono troppo amore anche in un “ciao”. Quelle che ci tengono al buongiorno al mattino e si arrabbiano quando non glielo mandi per nascondere la delusione. Quelle che ti chiedono uno dei tuoi felponi in prestito per sentirsi ancora addosso il tuo profumo, che non riescono a stare attente in classe perché pensano continuamente a te. Quelle la cui bellezza non è palese, nascosta dietro un naso che trovano troppo grosso o un sorriso che considerano imperfetto, ma che quando la tiri fuori quella bellezza ti acceca e stai certo che niente ti sembrerà mai più così bello. Quelle che dalla macchina fotografica si tengono lontane e nelle foto hanno sempre la stessa espressione leggermente imbarazzata. Esistono ancora le ragazze che a 20 anni non hanno svenduto la loro verginità, che aspettano. Sono quelle che camminano con gli occhi bassi per strada perché qualcuno ha giocato con loro e con il loro amore. Quelle che si fidano, che non chiamano “troia” qualsiasi ragazza ti si avvicini, che vogliono andare d’accordo con i tuoi amici e piacere ai tuoi genitori. Quelle che fanno errori e se ne pentono, ma che non ti tradirebbero mai. Quelle che un sabato sera con le amiche lo passano in jeans e maglietta, con i capelli legati in una coda e gli occhiali perché le lenti bruciano gli occhi e hanno già pianto abbastanza di loro. Quelle che vorrebbero solo un ragazzo che le guardasse come si guarda un quadro, quelle che vedono tutte le loro amiche innamorarsi e fidanzarsi e si chiedono perché a loro non succede. Quelle che in discoteca ci vanno per ballare, che anche la storia di un mese se la portano dentro tutta la vita.
Esistono, credimi. Solo che un po’ si nascondono. Perché oggi l’amore viene calcolato in base al numero di frasi romantiche che riesci a scrivere in un social network o in un messaggino qualsiasi, e la bellezza è data da quanto il tuo viso e il tuo corpo siano perfetti. Perché si viene giudicati secondo il numero di “mi piace” in una foto su facebook, per la sicurezza con cui cammini per strada. Perché mettiamo da parte i falsi buonismi e ammettiamolo: una ragazza vergine non viene mai subito apprezzata, soprattutto dopo i 18 anni. Gli amici non sono come quelli dei cartoni animati, anzi. Sono spesso crudeli e i loro commenti possono ferirla più di un coltello. E tu una ragazza che il sabato sera non ha la gonna o i tacchi alti forse non la guardi neanche.
Però esistono, e sono bellissime. E se dopo tutti quei perfetti gusci vuoi essere amato davvero, amato come non lo sei mai stato, scegli una di loro. Scegli la ragazza seduta nell’angolino alle feste. Scegli quella che ti guarda spaventata in una muta preghiera di non distruggere anche tu quel poco di autostima che le resta. Difendila da tutto e da tutti, falla sentire bellissima.
Cercala disperatamente, perché ha solo bisogno che qualcuno le ricordi quanto è bello che le ragazze come lei esistano ancora.
TotallyLayouts has Tumblr Themes, Twitter Backgrounds, Facebook Covers, Tumblr Music Player and Tumblr Follower Counter